Piccoli Prestiti: aumento delle richieste negli ultimi mesi



La crisi economica fa aumentare la richiesta di piccoli prestiti

Da molti anni ormai il nostro Paese è messo alle strette da una grave crisi economica che ha colpito specialmente le classi sociali più deboli e che non pare minimamente finire; quello che una volta era denominato ceto medio formato da commercianti, insegnanti, impiegati ed operai di livello, ad oggi non esiste più. Moltissime persone hanno perso il lavoro, altre lo perderanno, i giovani scappano all’estero per cercare di assicurarsi un futuro migliore; nascono pochi bambini, ci si sposa sempre meno e si rimane a casa dei genitori fino oltre i quarant’anni. Quelli che un tempo erano considerati contratti di apprendistato finalizzati all’assunzione, oggi lasciano il posto a stage. tirocini e contratti che non assicurano la certezza di uno stipendio; questo non accade solo tra i giovani, ma anche per gli over cinquanta che devono reinserirsi nel mondo del lavoro.

Fatto sta che avere a che fare con qualsiasi spesa imprevista, sia per un guasto alla macchina o per una visita dal dentista o altro ancora, diventa un vero e proprio problema; molti non hanno altra scelta che accedere a piccoli prestiti, le cui richieste sono in deciso aumento negli ultimi mesi.

Cosa sono i piccoli prestiti

Spesso e volentieri i tanto odiati imprevisti accadono nel momento meno opportuno; la macchina che si rompe, una visita medica improvvisa, un elettrodomestico che non funziona più e se non si ha la disponibilità economica per far fronte ad una spesa improvvisa, può essere un problema.
I piccoli prestiti personali hanno subito un aumento importante nel corso degli ultimi mesi; questo perché affrontare le spese e i costi della vita di tutti i giorni di una famiglia media, sta diventando davvero difficile.
I piccoli prestiti personali sono nel dettaglio piccole somme di denaro che vengono richieste come prestito a finanziarie, banche, poste o istituti di credito; come riportato dal nome, la somma erogabile è di basso standard e non supera mai certe cifre.

Quali sono le somme dei piccoli prestiti e in quanto tempo vengono erogati

I piccoli prestiti personali sono piccole somme di denaro che vengono concesse sotto forma di prestito da parte di istituti di credito, banche o finanziarie; vengono chiamati anche prestiti veloci, perché la loro erogazione avviene solitamente in breve tempo.
Le somme che possono essere richieste come piccolo prestito personale, solitamente vanno dai 2500€ ai 5000€; è possibile richiedere anche somme minori, con un minimo di 500€.

Data la piccola entità del prestito, la sua erogazione avviene in tempistiche ridotte rispetto ad altri tipi di prestiti; anche la restituzione avviene in tempi più brevi, le rate generalmente vengono quantificate in non più di ventiquattro o trentasei.
Va ricordato comunque, nonostante la somma ridotta richiesta, che si tratta sempre di un prestito e che per la sua conferma da parte dell’istituto erogatore è necessario presentare determinata documentazione.

Se i requisiti richiesti per accedere al prestito non sono sufficienti, ci si può affidare ad un garante; in questo modo l’istituto si accerta la possibilità da parte del richiedente, di restituire la somma ricevuta come piccolo prestito personale.
Data la velocità con cui vengono erogati, a patto che siano rispettati determinati requisiti, i piccoli prestiti hanno subito un aumento delle richieste negli ultimi mesi.

In che modo è possibile richiedere un piccolo prestito

Una volta determinata la cifra di cui si necessita richiedere come piccolo prestito personale, vanno presentati all’istituto di credito alcuni documenti personali come un documento di identità, il codice fiscale, una busta paga se lavoratori dipendenti, l’ultimo modello 730 se lavoratori autonomi e il libretto della pensione se pensionati.
Qualche volta può essere richiesta da parte dell’istituto finanziario, l’ultima bolletta pagata delle utenze di casa; questo viene fatto solitamente per accertarsi della reale residenza del richiedente.

A questo punto, con tutti i documenti necessari presentati, la banca o la finanziaria, eseguono alcune indagini sulla situazione finanziaria del richiedente; spesso accedono alle banche dati presenti negli istituti di credito per verificare se in passato il richiedente ha adempito ai propri obblighi.
Nel caso che l’esito di questi controlli sia positivo, l’erogazione del piccolo prestito personale avviene dopo circa due o tre giorni, o comunque in tempi molto brevi; grazie a questo motivo i piccoli prestiti hanno subito un aumento delle richieste negli ultimi mesi.
Qualora non si possa aspettare o recarsi, per un qualsiasi motivo, presso banche, finanziarie, uffici postali e istituti di credito alla ricerca di un piccolo prestito , si può sempre optare per la soluzione online; inviare la richiesta direttamente da casa in pochi minuti.

Come richiedere un piccolo prestito online

Dato l’aumento della richiesta di piccoli prestiti molte finanziarie specialmente danno la possibilità ai futuri clienti di effettuare la richiesta di un piccolo prestito personale direttamente online; la procedura è piuttosto semplice e tutto avviene in tempi decisamente rapidi.
La prima cosa da fare è scegliere tra le tante opzioni a quale istituto di credito affidarsi; dopo di che è necessario effettuare la registrazione al portale online del suddetto istituto.
Il passo successivo consiste nel compilare la pagina online messa a disposizione dall’istituto a cui si decide di rivolgersi; vanno inseriti i propri dati personali ed aggiunti i documenti richiesti, spesso in formato pdf.

A questo punto la domanda è stata fatta e l’istituto di credito solitamente si prende ventiquattro o trentasei ore per decidere e dare una risposta; a questo punto non rimane che attendere e nel caso la pratica sia andata a buon fine, entro pochi giorni il prestito viene erogato.
La soluzione dei piccoli prestiti personali può essere in alcuni casi un vero e proprio salva gente; ci sono spese impreviste, anche spesso di valore sostenuto, che molte volte non possono essere coperte senza doversi affidare ad un istituto di credito per la richiesta di un piccolo prestito personale.