Migliorare l’esperienza di acquisto con uno Shopping Assistant



C’era una volta lo shopping fatto di visite ai negozi, occhiate alle vetrine, prove nei camerini. Ancora oggi è così, ma le modalità di acquisto stanno cambiando. I negozi online vanno sempre piú forte e aumentano i loro fatturati. Secondo i dati dell’ Istat una persona su due fa regolarmente acquisto su Internet e l’interesse cresce costantemente di anno in anno.

L’esperienza fatta attraverso i negozi fisici è qualcosa ancora di incomparabile. Lo sa bene Amazon, il piú grande store online, che ha acquistato la catena Whole Foods, fatta di 460 negozi al dettaglio. I clienti hanno voglia di toccare,  vedere, confrontare e piú di tutti sentono il bisogno di una relazione empatica con il venditore. Qualcuno magari che conosca i loro gusti e che sa offrire il meglio. Se una relazione così forte viene sostituita da una fredda transazione con moneta elettronica c’è qualcosa che non va. E’ vero che online possiamo scegliere tra centinaia di migliaia di prodotti avendo la possibilità di averli a casa in pochi giorni, ma gli acquisti vengono spesso fatti seguendo un’onda emozionale.

I retailer devono fare loro questi concetti e tornare a far fruttare i loro assett, ovvero i negozi fisici, i punti vendita ed il personale che ci lavora.
Quanto sarebbe utile se i collaboratori commerciali, volgarmente detti commessi, avessero facile accesso allo storico degli acquisti fatti dai loro clienti? Queste informazioni potrebbero facilitare non solo il rapporto cliente-commerciante ma anche aumentare il fatturato.

Si tratta di studiare quelle che sono le tecniche di “clienteling“. Ci sono app e software che aiutano a vendere pescando tra le informazioni circa i desideri dei clienti. Si conoscono i modelli che piacciono di piú, la cronologia degli acquisti passati, le dimensioni dei capi, i colori. Queste informazioni aiutano il nostro collaboratore nel dare consigli utili, si ha ora una “vista a 360 gradi” del loro cliente. Tutte queste informazioni, nel rispetto della privacy, sono disponibili in pochi click utilizzano un pc, smartphone o tablet e vengono messe a disposizione attraverso la semplice pressione di un pulsante.

Autel ha creato Best STORE un software di retail management che offre, all’interno del pacchetto di gestione del negozio, la funzione di Shopping Assistant. I nostri collaboratori, dotati di smartphone o tablet, hanno accesso, attraverso la cloud dell’ inventario, ai prodotti disponibili in magazzino. Sanno all’ istante se un capo è disponibile nella taglia, colore o modello scelto dal cliente. Possono proporre immediatamente un’alternativa oppure indirizzarlo nel punto vendita in cui il capo è disponibile. Il commesso aggiunge il prodotto allo scontrino che poi viene stampato alla cassa al momento di finalizzare l’acquisto. I clienti possono sempre cambiare i prodotti inseriti nell carrello virtuale.