Lo stile da Pin-Up non tramonta mai: ecco come copiarlo



Le pin-up e la storia

Quando si pronuncia la parola pin-up, la prima cosa che ci viene in mente sono quelle ragazze solitamente sensuali, ammiccanti e provocanti, riprese nelle pose più sexy, in alcune fotografate realizzate quando in tutto il mondo era scoppiata la prima guerra mondiale.

E chi ci crederebbe se vi dicessero che questa non era altro che una strategia militare? Infatti il presidente Wilson ordinò che venissero pubblicate le immagini di queste ragazze sulle riviste americane, con lo scopo di persuadere gli uomini americani ad arruolarsi.

Molti uomini iniziarono a comprare queste riviste, che figuravano tra i giornali più venduti in tutta America. Soprattutto erano i soldati che lottavano al fronte, che compravano queste riviste e attaccavano negli armadietti le fotografie di queste ragazze ammiccanti, che davano loro sollievo e ricordava loro le loro ragazze che li aspettavano a casa.

Presto le pin-up diventarono un fenomeno

Le pin-up diventarono un vero e proprio sex-symbol. Quando gli uomini vedevano queste ragazze sensuali e prorompenti nelle riviste o in tv, che non avevano voglia di nascondere nulla, che non avevano più quell’alone di mistero che caratterizzava le “dive” dei film degli anni trenta, erano disposti a fare tutto. L’immagine tipica era la bellezza americana: spesso erano ragazze molto chiare di pelle, dalle gambe lunghe e muscolose, le curve erano spesso abbondanti e le forme molto femminili e attraenti.

In poco tempo queste ragazze diventarono delle dive: le loro immagini erano sempre più diffuse nelle riviste e ormai il pubblico le cercava. Era diventata per loro un’abitudine cercare i volti di queste ragazze da un lato sensuali, dall’altro rassicuranti. Le loro curve alimentavano i sogni erotici di una generazione di uomini che, alla fine delle guerre mondiali, dovevano ricostruire la loro fortuna, dovevano cercarsi un lavoro e mettere su famiglia. Le pin-up quindi divennero il simbolo della ragazza ideale.

Le pin-up negli anni ’50

Di lì a poco, le pin up diventarono un vero e proprio “fenomeno”, che non si limitò solo alle riviste, ma iniziò a conquistare anche il mondo del cinema e quello del teatro. Il fenomeno delle pin-up si unì a quello del burlesque. Le pin-up infatti, diventarono ballerine, poi attrici e facevano spettacoli, il cui tono era sensuale e estremamente canzonatorio. Le pin-up ora ballavano e facevano striptease, indossavano abiti che lasciavano intravedere il loro corpo, scatenando le fantasie degli uomini.

Negli schermi televisivi iniziarono ad apparire donne quali Betty Grable e Gypsy Rose Lee e la famosissima Tempest Storm, che diventarono emblemi del fenomeno delle pin-up. Nel cinema invece circolava sempre più il nome di Rita Hayworth, che aveva portato le pin-up al cinema con il film Gilda del 1946. Le pin-up diventarono il simbolo della bellezza femminile e le ragazze iniziarono a imitarne lo stile, con lo scopo di apparire più belle agli occhi degli uomini.

Le pin-up di oggi

Oggi, il fenomeno delle pin- up è ritornato in voga, perché rientra in quei fenomeni chiamati evergreen e soprattutto vintage. Questi stili riprendono le mode tipiche degli anni ’50 del novecento, un’epoca d’oro per lo stile e per la moda.
Oggi molte donne riprendono questo stile perché dietro ha un’ottica anche femminista. Le pin-up, infatti, in un’epoca in cui le donne non avevano un ruolo attivo nella società, rappresentarono dei modelli che esprimevano agli occhi del mondo la loro soggettività sessuale.

Lo stile pin-up oggi

Lo stile da pin-up è uno stile sexy, molto suggestivo e provocatorio, che nasce dall’estetica fotografica e artistica che porta lo stesso nome. Oggi lo stile dei modelli che posavano per quel tipo di fotografie è ritornato di nuovo di moda, ed è una moda sempre più diffusa.

La pin-up moderna spicca per i suoi abiti, che sono tipici degli anni sessanta. Il suo stile è spesso provocatorio. Nella sua eleganza richiama all’erotismo, senza mai eccedere troppo.

Normalmente le pin-up amano indossare abiti aderenti, che sottolineano le loro forme e esaltano la loro figura. In particolare, amano gli abiti che sottolineano le forme del serno e delle gambe, per questo sono consigliatissimi gli abiti e i corsetti.

Anche a mare la moda si ripropone, con costumi da bagno pin-up particolarmente erotici e fantasiosi (nello specifico, i costumi da bagno Pin-Up Stars).

I capelli: il punto forte

Per quanto riguarda l’acconciatura, le pin-up stanno molto attente alla cura dei loro capelli. Per cui la loro acconciatura è realizzata in modo molto attento e spesso i capelli sono ricci, una tendenza tipica degli agli anni Cinquanta. Altre volte sono ondulazioni, alla Betty Page, e l’attenzione è rivolta principalmente alla frangia, che deve essere retta e non troppo lunga. Inoltre, i capelli non sono mai liberi. Le pin-up infatti, amano mettere nei capelli vari accessori, tra cui fazzoletti, spille, fermagli o un semplice cerchietto.

Pelle chiara e mai abbronzata

Le pin-up non sono mai abbronzate. La loro pelle è chiara, quasi pallida e per ravvivarla usano del trucco. Ma questo trucco non deve mai essere troppo evidente, più è sottile, meglio è. In particolare, il trucco tipico delle pin-up ha in genere toni chiari.

Occhi e sopracciglia da valorizzare

Un aspetto molto importante nell’estetica delle pin-up è quello degli occhi, poiché essi svolgono un ruolo molto importante nel gioco della seduzione. Di solito usano una matita nera evidente e di grande spessore, per delineare la linea dell’occhio e allungano la linea fino all’angolo, realizzando una decorazione seducente e creativa.

Per quanto riguarda il trucco degli occhi, sulle palpebre si usano colori brillanti ma sobri, mai volgari. Sono ben accetti i glitter che rendono i loro occhi ancora più sexy.

Le sopracciglia poi devono essere ben curate. Infatti delle sopracciglia ben curate, che rendono l’occhio più ammiccante, sono un must per le pin-up. Solitamente tendono a renderle volutamente più scure e ben definite, quindi le colorano con una matita e le definiscono. La regola comunque è: non fatele troppo fini.

Le scarpe da pin-up

Tacchi alti e tacchi a spillo sono la regola per le pin-up. Tuttavia, a volte anche loro trasgrediscono alla regola e indossano scarpe più sobrie, senza molti ornamenti. L’importante è che la scarpa migliori l’aspetto delle gambe, le renda più lunghe e affilate, perché per una pin-up ogni camminata deve essere una sfilata sensuale.