Come Funziona Spotify? Differenze tra Spotify Free e Premium



Spotify è una piattaforma di servizi di streaming musicale nato nel 2006 in Svezia e diventato il più famoso al mondo per l’ascolto e la condivisione della musica, al punto che viene utilizzato anche dai cantanti per proporre i loro brani e cd.

L’accesso a Spotify può avvenire tramite computer oppure attraverso l’applicazione mobile ufficiale che permette di ascoltare musica in movimento e sfogliare milioni di canzoni grazie a una vasta libreria musicale.

Spotify ha dato il via ad altre piattaforme di streaming, negli anni ne sono state lanciate altre come Deezer, Youtube Music, Apple Music è così via, ma il suo incredibile successo l’ha resa la piattaforma più utilizzata in assoluto per il suo genere.

Questo fa capire quanto sia importante, per chi vuole farsi conoscere su Spotify e proporre la propria musica, avere tanti play, soprattutto se si vogliono raggiungere traguardi di un certo livello come il farsi notare dalle case discografiche o vincere riconoscimenti FIMI.

Infatti, da qualche anno anche i plays Spotify vengono conteggiati per aggiudicarsi il Disco D’Oro e di Platino, per cui i cantanti hanno necessariamente bisogno di ottenere quanti più ascolti possibili, c’è chi compra followers spotify appositamente per accrescere la propria popolarità e raggiungere più facilmente traguardi prestigiosi come quelli che abbiamo citato.

Differenze tra Spotify Free e Premium

Spotify viene distribuito in due versioni, quella free e quella premium con delle differenze importanti per chi vuole l’ascolto libero.

La versione free di Spotify permette di ascoltare canzoni, radio e album senza alcuna limitazione ma bisogna guardare delle pubblicità, inoltre, almeno su smartphone e tablet, la riproduzione dei brani è casuale, non è quindi possibile selezionare una canzone specifica e ascoltarla.

Questa limitazione viene superata nella versione Premium Spotify, che elimina le pubblicità e permette di saltare i brani che non si vogliono ascoltare senza limitazione, inoltre la musica viene riprodotta in alta definizione.

Con la versione a pagamento è possibile anche ascoltare musica offline e accedere alla versione Family che permette ai membri della famiglia di avere uno speciale sconto sull’abbonamento mensile e usufruire in modo conveniente del servizio.

È possibile iscriversi al servizio Spotify creando un nuovo account con la propria email oppure, sfruttando le credenziali di Facebook; all’apertura di Spotify si intuisce subito come questo abbia un’interfaccia grafica intuitiva, pensata per facilitarne l’utilizzo.

Dalla schermata principale è possibile trovare le playlist del momento, le uscite, i suggerimenti e i brani ascoltati di recente; Spotify da anche consigli sulle persone da seguire, mette a disposizione un elenco di radio create in base ai propri gusti e permette all’utente di tenere in ordine la musica preferita attraverso una sezione dedicata e grazie alla creazione di playlist consultabili in qualsiasi momento.

La gestione della riproduzione musicale è semplificata grazie a dei comandi multimediali intuitivi da utilizzare per spostarsi da un brano all’altro, mettere in pausa, ripetere e visualizzare il testo della canzone per la funzione Karaoke, che permette di cantare le canzoni preferite e divertirsi da soli o con gli amici.